Teatro - Special Teatro - Intensivo di recitazione avanzato

Teatro - Intensivo di recitazione avanzato

incontri

Una lezione a settimana, il venerdì, dalle 19.30 alle 23.30.

durata

Da novembre ad aprile.

prezzo

€ 462 (IVA inclusa) per l'intero corso. € 158 (IVA inclusa) se già iscritti al corso base o avanzato. Sono possibili rateizzazioni.

iscrizione

Ammissione al laboratorio previo colloquio con Micaela Casalboni micaela.casalboni@teatrodellargine.org
Per i dettagli sull'iscrizione, visitare la pagina Segreteria e iscrizioni
 

Docenti

Micaela Casalboni
Micaela Casalboni
Attrice
Responsabile progetti internazionali e interculturali
Insegnante laboratori di teatro per adolescenti e principianti
Direttrice artistica Compagnia Teatro dell'Argine
Vicepresidente
 
Comincia ad occuparsi di teatro a partire dal 1986.
A maggio 1994 fonda, insieme a un nutrito gruppo di artisti di teatro, la Compagnia Teatro dell’Argine, che si contraddistingue nel panorama italiano per avere un progetto che è al contempo artistico, culturale, didattico e sociale. Negli anni, la Compagnia si radica fortemente sul territorio di appartenenza (San Lazzaro di Savena, Bologna), mentre al contempo dà vita a progetti e azioni in Europa, Medio Oriente, Africa, Centro e Sud America. Il progetto del TdA si snoda lungo quattro linee principali, volte a sostenere e favorire il dialogo interculturale e intergenerazionale, la memoria e la riflessione sul presente e la cittadinanza attiva: 1) produzione e circuitazione di spettacoli; 2) direzione artistica dell’ITC Teatro Comunale di San Lazzaro (30.000 spettatori all’anno per una stagione di prosa, una di teatro ragazzi, varie rassegne e festival); 3) didattica teatrale (oltre 3.000 allievi all’anno dai 3 agli 80 anni, dentro e fuori la scuola); 4) numerosi progetti speciali, tra cui il Teatrobus (sala teatrale viaggiante costruita dentro un ex autobus di linea per raggiungere le scuole e le periferie) e i progetti internazionali e interculturali: fra gli altri, “Crossing Paths” (Programma Cultura UE); “Acting Diversity” (ALF), “Lampedusa Mirrors” (programma Tandem Shaml); scambi con Polonia, Svezia, Danimarca, Regno Unito, Francia e Palestina; “Esodi” (gruppo interculturale composto da giovani dai 15 ai 25 anni, migranti e non, tra i quali molti richiedenti asilo e rifugiati politici).
Nel suo percorso di formazione prima e da professionista poi, ha modo di lavorare e di studiare con artisti come Bogdan Jerkovic, Michele Abbondanza, Salvatore Cardone, Vadim Mikheenko, Laura Curino, Beatrice Libonati, Lorenzo Salveti, Giancarlo Cobelli, Mauro Avogadro, Maria Teresa Dal Pero.
 
Per il Teatro dell'Argine è attrice (Tiergartenstrasse 4-Un giardino per Ofelia, Liberata, I cavalli alla finestra, Pitùr), guida in laboratori teatrali con adolescenti e adulti principianti e insegnante di teatro per attori professionisti. Ha condotto laboratori, masterclass e approfondimenti nell’ambito di corsi di alta formazione a cura della prof.ssa Federica Zanetti nell’ambito dell’Università di Bologna - Dipartimento di Scienze della Formazione, e all’interno dei Progetti di Cultura Attiva del CIMES, a cura del professor Gerardo Guccini, accanto ad Armando Punzo e a Marco Martinelli.
 
Il suo contributo alla direzione artistica, al di là del lavoro in équipe con i condirettori e con l’intera compagine degli artisti, si estrinseca nell’ideazione e realizzazione di progetti artistici internazionali e interculturali: Crossing Paths (Italia, Regno Unito, Danimarca - Programma Cultura UE 2010-2011), Acting Diversity (Italia, Palestina, Regno Unito - Anna Lindh Foundation 2012-2013), Impronte d’Europa (rete di artisti e intellettuali europei in occasione della marcia per la pace nella Repubblica Democratica del Congo di John Mpaliza, 2012), Lampedusa Mirrors (Italia, Tunisia - Programma euro-arabo Tandem Shaml, 2014-2015) sono alcuni fra i progetti di laboratori, spettacoli, collaborazioni e scambi artistici che portano la sua firma o hanno avuto il suo contributo.
Ha inoltre curato la rassegna di poesia Quando si fa buio. Per ascoltare la poesia non servono gli occhi; è nel comitato scientifico del seminario Pluriversità dell’Immaginazione di Stefano Benni; ha contribuito alla costruzione di convegni sul tema dell’arte e dell’interdisciplinarietà (L’arte delle resistenze 2011), sui teatri come piazze coperte aperte alla città (Senza quarta parete 2013) e sul ruolo degli artisti nell’audience development e engagement (TeatroCentroCittà 2014).
 
Oltre ad aver recitato, ha anche collaborato all’ideazione degli spettacoli site specific Sulle dita di una mano, Viaggio attraverso l’accampamento mondo, Poetandem, del progetto e spettacolo Le Parole e la Città, che ha celebrato il ventennale della Compagnia nel luglio 2014, e della coproduzione italo-tunisina L’Escale 32, che ha debuttato nel 2015 a Matmata, girato varie città del sud della Tunisia, per terminare nella capitale, Tunisi, nell’ambito del festival internazionale Giornate Teatrali di Cartagine.
Giulia Franzaresi
Giulia Franzaresi
Attrice
Insegnante laboratori di teatro per adolescenti e principianti
Consigliere d'amministrazione
 
Nel 2001 entra a far parte della Compagnia OTE-Le Saracinesche, diretta da Pietro Floridia, dove ha occasione di lavorare, fra gli altri, con gli attori Marco Toloni e Roberto Mantovani. Dal 2002 parte la sua collaborazione con la Compagnia Teatro dell'Argine, nella quale lavora tuttora in qualità di attrice e insegnante. Alla sua formazione hanno contribuito, tra gli altri, Maria Teresa Dal Pero, Armando Punzo e Valerio Binasco. Nel 2003 è nel cast dello spettacolo Il balcone di Giulietta, testo e regia di Pietro Floridia, menzione speciale al Premio Scenario edizione 2003. Nel 2005 prende parte al laboratorio Progetto Sanguineti, terminato con la messa in scena di Storie Naturali di E. Sanguineti, per la regia di Claudio Longhi. Nel 2006 è nel cast di Liberata, testo e regia di Nicola Bonazzi. Nel 2007 porta a termine il corso di alta formazione e specializzazione L’ attore europeo fra teatro, danza e musica, grazie al quale conosce e lavora con Csaba Antal, Malou Airaudo, Danilo Grassi e Massimiliano Farau. Negli anni seguenti prende parte in qualità di attrice a diverse produzioni della compagnia, come I Pachidermi (regia di Andrea Paolucci); Del sesso della donna come campo di battaglia nella guerra in Bosnia, di Matèi Visniec, regia di Nicola Bonazzi; Se non sarò me stesso (diari e volti dalla shoah-studio1), regia di Andrea Paolucci; Il balcone della Vanità, testo e regia di Vincenzo Picone; La terra vista dalla luna, a cura di Vincenzo Picone. Prende parte a diversi progetti internazionali, come il Crossing Paths (Italia, Regno Unito, Danimarca – Programma Cultura UE 2010-2011) e Lampedusa Mirrors (Italia- Tunisia – Programma euro-arabo Tandem shaml, 2014-2015). Ha collaborato non solo in quanto attrice ma anche nella realizzazione di spettacoli site specific come Sulle dita di una mano, Viaggio attraverso l’accampamento mondo, Poetandem e Le Parole e la Città, che ha celebrato il ventennale della Compagnia nel luglio 2014. Ha inoltre preso parte alla coproduzione italo-tunisina L’Escale 32, che dopo il debutto nell’ottobre 2015 a Matmata ha toccato diverse città nel sud della Tunisia per  terminare la tournée a Tunisi, nell’ambito del festival internazionale Giornate Teatrali di Cartagine. Dal 2012 è membro del consiglio di amministrazione.
Giacomo Armaroli
Giacomo Armaroli
Attore Insegnante laboratori di teatro per principianti
 
Nel 2007 si laurea al DAMS di Bologna con indirizzo cinema e si avvicina al teatro grazie alla Compagnia Teatro dell’Argine. Segue un Master in Imprenditoria e Gestione Imprese e Spettacolo dal Vivo (Università di Bologna e ATER) dove studia e lavora con alcuni professionisti del settore (Lucio Argano, Andrea Maulini, Antonio Taormina, Gerardo Guccini, Lamberto Trezzini). Seguono molte esperienze teatrali e nel 2014 si diploma alla Scuola di teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone”. In quel periodo lavora con alcuni maestri di teatro (Marco Cavicchioli, Fabio Mangolini, André Casaca, Vittorio Franceschi, Gabriele Tesauri, Alessandra Frabetti). Dal 2013 al 2014, ha collaborato come attore per il Teatro Duse nei progetti all’interno delle scuole e come mimo figurante in alcune rappresentazioni per il Teatro Comunale di Bologna (La doppia notte, Tosca, Parsifal, Amleto opera 32). Dal 2014 collabora con la compagnia che lo ha iniziato al teatro, in qualità di attore, drammaturgo, assistente alla regia, insegnante nei corsi per adolescenti nelle scuole e nei corsi serali. Ha collaborato, come drammaturgo, allo spettacolo della Compagnia Teatro dell’Argine Rosso Granbaffo e il doblone dei Caraibi con la regia di Giovanni Dispenza. Nel 2014 è stato assistente alla regia dello spettacolo Wonderland con la regia di Andrea Paolucci e la drammaturgia di Nicola Bonazzi, in collaborazione con la Compagnia Gli amici di Luca, nata nel 2012 in seno alla Casa dei Risvegli Luca de Nigris di Bologna. Sempre nel 2014 partecipa allo spettacolo Le Parole e la Città come attore e drammaturgo di alcuni testi della rappresentazione. Nel 2015 recita in The shoe must go on sempre con la regia di Andrea Paolucci, con cui aveva già lavorato anni prima per la stesura dello spettacolo. A maggio partecipa allo spettacolo Bassa Continua – Toni sul Po, terzo movimento del progetto di Mario Perrotta sul pittore Antonio Ligabue. Partecipa come attore e guida al progetto Lampedusa Mirorrs (progetto Tandem Shaml). Recita all’interno del progetto interculturale Esodi 2015 nello spettacolo Hotel Girotondo, per la regia di Vincenzo Picone. Nello stesso anno è attore in L'escale 32 produzione italo-tunisina all'interno del Festival Internazionale di Tunisi Les Journées Théâtrale de Chartage, con la regia di Andrea Paolucci e Moez Mrabet. Nel 2016 recita e partecipa alla creazione dello spettacolo La soffitta di Odìsseo, un progetto della Compagnia ITERteatri, di cui è membro, che indaga la memoria e il ricordo (presentato in anteprima la Festival della Fiaba di Castelfranco Emilia). È attore nello spettacolo Gli Equilibristi: primo quadrimestre della Compagnia Teatro dell’Argine, con la regia di Andrea Paolucci, di cui è assistente nella nuova produzione del 2016 La magnifica illusione.

luoghi

ITC Studio - Sala C
ITC Studio - Sala D

Il corso raggruppa allievi provenienti da tutti gli altri laboratori accomunati dalla voglia di lavorare in modi e su contenuti più approfonditi, ma con un livello di difficoltà del lavoro proporzionalmente più alto rispetto all’intensivo di recitazione – corso base.

Si rivolge pertanto a coloro che abbiano già acquisito una certa esperienza teatrale o nel Laboratorio intensivo - corso base o in altro contesto didattico equiparabile.

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202