Dove ci trovate a luglio!

Dove ci trovate a luglio!

da venerdì 10 a venerdì 31 luglio 2015

Cari amici, l'ITC Teatro chiude al pubblico ma continua a lavorare per voi e per la prossima stagione!
Per non sentire la nostra mancanza, potete seguirci nei tre appuntamenti che seguono.
 
da venerdì 10 a domenica 12 luglio ore 21.30
Eremo di Ronzano (via di Gaibola, 18 - Bologna)
Hotel Girotondo
Fughe dal Vecchio Continente
Esito finale del progetto Esodi
con Hossain Akhtar, Alice Amovilli, Giacomo Armaroli, Aymee Astupina Mansilla, Momodou Badji, Francesca Bagnara, Hammady Balde, Massimo Battisti, Yousef Abdel Hakim Benamira, Clizia Cavallotti, Giovanni Cioffi, Abdoulaye Cisse, Elena Curiale, Giulia Cusumano, Selene D'Aurizio, Antonella De Gregorio, Mattia De Luca, Lorenza De Rosario, Alex Di Maria, Gergana Stoyatelova Dimitrova, Morro Fatty, Luca Franchini, Enrico Galuppi, Giada Gottardi, Lahcen Gzouli, Sadik Halil, Francesco Iberto Capalozza, Martina Iurianello, Gabriele Laineri Milazzo, Francesco Lunetta, Elena Manfredi, Issouf Mohamed, Piero Monti, Anna Mozzo, Alessandro Nasilli, Njie Bubacarr, Enrica Pertile, Matteo Posa, Adriana Rumolo, Mirko Salvioli, Federica Scaglioni, Elvira Scorza, Sanaà Selfaoui, Marta Specolizzi, Comena Sulayman, Gloria Taloni, Dawda Touray, Chiara Trapanese, Teresa Vila, Elena Zagaglia, Valentina Zanetti
laboratorio a cura di Vincenzo Picone, Micaela Casalboni, Andrea Paolucci
drammaturgia Francesca Bagnara, Nicola Bonazzi, Mattia De Luca, Vincenzo Picone, Elvira Scorza, Sanaà Selfaoui, Gloria Taloni, Teresa Vila, Elena Zagaglia
assistenti alla regia Giacomo Armaroli, Francesca Bagnara, Elvira Scorza, Sanaà Selfaoui, Gloria Taloni, Elena Zagaglia
aiuto regia Mattia De Luca, Teresa Vila
regia Vincenzo Picone
 
Cosa ci fanno decine di ragazzi provenienti da tutto il mondo dentro un Hotel che apparentemente trasuda lusso e benessere? E perché la maggior parte di loro sorride ostentatamente lasciando trapelare insoddisfazione e sofferenza? L’Hotel in cui si muovono, che potrebbe tranquillamente chiamarsi Europa, è un Hotel che vede continuamente arrivare gente in cerca di un lavoro e di un posto in cui dormire e che al suo interno ha decine di attività ricreative per gli spettatori, Turisti (in)consapevoli. Gli Abitanti di questo insolito luogo condividono malessere e insoddisfazione verso questo Hotel (verso questa Europa) che, dietro pareti di specchi e argenteria scintillante, mostra le sue crepe, fatte di intolleranza, barriere, burocrazia, spettacolarizzazione della sofferenza. Quello che resta alla fine, più che una plausibile risposta è l’ultimo fotogramma di una pellicola che sta bruciando e che mostra una corsa, forse una fuga, forse la marcia verso un altrove: fuggire, eso(n)dare, provare a rifondare un nuovo Hotel, una nuova comunità.
 
 
sabato 25 luglio ore 20.30
Piccolo Teatro Grassi (via Rovello, 2 - Milano)
con Micaela Casalboni, Giulia Franzaresi, Andrea Gadda e Frida Zerbinati
aiuto regia Carolina de la Calle Casanova
costumi Cristina Gamberini
testo e regia Nicola Bonazzi
 
Il Teatro dell’Argine è stato selezionato con lo spettacolo Liberata al Festival Tramedautore, festival internazionale della nuova drammaturgia organizzato dal Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea Outis al Piccolo Teatro di Milano. Liberata sarà in scena nell’ambito de “Il Teatro delle Regioni”, il cartellone che si pone in rapporto con l’occasione offerta da Expo di valorizzare dinanzi a un pubblico internazionale la ricchezza e la molteplicità culturale del nostro paese. Saranno presentate, infatti, sei realtà teatrali italiane che, ricorrendo a un uso inventivo delle lingue e dei linguaggi, hanno, da un lato, approfondito il legame con il loro territorio di provenienza e, dall’altro, fidelizzato un pubblico sempre maggiore a livello nazionale e internazionale.
 
 
venerdì 31 luglio ore 21.15
Teatro di Paglia all'interno del Parco Archeologico Etrusco (via Porrettana Sud, 13 - Marzabotto)
Come le stelle in cielo
Storie d’astri, pianeti, lune e mondi immaginari
da Luciano a Seneca
con Micaela Casalboni e Giulia Franzaresi
drammaturgia Mattia De Luca e Vincenzo Picone
regia Vincenzo Picone
 
Scrivo di cose che non vidi, non mi capitarono, non seppi da nessuno e che per di più non esistono affatto. Chi si trovi a leggerle, non ci deve assolutamente credere!
Luciano
Una radio annuncia l’imminente sbarco sulla Luna.
Due donne assistono contemporaneamente al grande evento; una davanti al monitor di una vecchia tv, l’altra con il naso all’insù rivolto verso la pallida sfera grigia.
L’una è in visibilio per la grande scoperta scientifica e astronomica, l’altra spera che la Luna fugga proprio in quel momento, permettendo all’umanità tutta di immaginare ancora storie fantastiche e poetiche su di lei. Da questa querelle nasce un surreale scontro tra posizioni di carattere filosofico/scientifico e altre di natura letteraria e fantastica che rispondono esattamente alla stessa domanda: come appare l’universo a occhio nudo? Come è possibile immaginarsi il volto del cielo prima della scoperta del rivoluzionario cannocchiale?
Come le stelle in cielo attraversa con ironia e leggerezza lo sguardo dei poeti classici ammaliati e sedotti dal candore di un chiaro di luna o dalla magia di una notte stellata; da Platone ai Pitagorici, passando per Luciano e Ipparco di Nicea sino ai latini Orazio o Plinio il Vecchio si arriverà ad una strana cosmogonia, fatta di strambe congetture e improbabili ipotesi scientifiche volte a dare forma a ciò che non si conosce né si è ancora visto. A mettere fine alla lunatica disputa sarà ancora una volta il cielo; tanto attraverso la ragione dei filosofi greci quanto la fantasia dei poeti latini è la Bellezza indicibile e inspiegabile dell’universo a conciliare l’umanità tutta.
 
 
Vi ricordiamo inoltre che Il Teatro dell'Argine partecipa alle Serate con delitto della rassegna estiva del Comune di San Lazzaro, Che spettacolo San Lazzaro!.

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202