Le regole del gioco 2017

Le regole del gioco 2017

Mercoledì 28 giugno 2017 

Laboratori ITC Studio
 
Sboom | ore 21.00
compagnia EleMenti
regia di Nicola Bonazzi
 
posto unico 8 euro
omaggio bambini fino ai 10 anni 
 
 
R+J | doppia replica ore 19.00 e ore 21.30
con gli allievi del martedì verde
regia di Ida Strizzi 
 
posto unico 6 euro | prenotazione obbligatoria - posti limitati 
omaggio bambini fino ai 10 anni
 

 

Sboom (ovvero Di quando il boom si è sgonfiato…)
presso Teatro Nostra Signora della Fiducia | Piazza Lambrakis 1, Bologna
con Simon Barletti, Adele Baruffi, Riccardo Canè, Lorenzo De Mitri, Carmela Delle Curti, Diego Franceschi, Noemi Giannerini, Bianca Marzolo, Jacopo Moruzzi, Josefina Olafsdottir, Alessandro Petraro, Manuel Poggi, Diletta Rocca, Martina Teduccio
regia di Nicola Bonazzi
 
Gli anni Sessanta hanno rappresentato per l’Italia un momento complesso, di grande euforia e insieme di grande conflittualità, una conflittualità che è andata aumentando verso il finire del decennio, quando alcuni eventi preannunciavano drammaticamente le tensioni e le tragedie del decennio successivo.
Indagare dunque gli anni Sessanta significa compiere un percorso entusiasmante in compagnia di figure, situazioni, tipi sociali che hanno plasmato il nostro immaginario, attraverso le mitizzazioni operate da cinema o dalla televisione, avendo come sfondo l’amara consapevolezza di una disillusione incipiente: come se la scioccaggine di cui oggi ci sembra siano stati preda quegli anni non fosse che la negazione di  un disagio destinato a esplodere di lì a poco.
Così il filo rosso dello spettacolo è costituito da alcune scene del film Io la conoscevo bene di Antonio Pietrangeli, dove la parabola di una giovane e ingenua ragazza attratta dal mondo del cinema finisce nella tragedia del suicidio. Insieme a questi lacerti di sceneggiatura, si troveranno nello spettacolo brani di Flaiano, della Narcisata di Arbasino, pezzi dai Mostri di Dino Risi, pubblicità dal mitico Carosello e l’episodio Le tentazioni del dottor Antonio di Fellini da Boccaccio 70.
Ma l’ultima scena di Io la conoscevo bene coincide significativamente con il drammatico sonoro della strage di Piazza della Loggia a Brescia, laddove il boom finì di essere un’etichetta che promuoveva il ritrovato benessere economico degli italiani, per diventare semplicemente l’onomatopea di una tragica esplosione.
 
 
R+J
presso ITC Lab | cortile ITC Teatro via Rimembranze 26, San Lazzaro di Savena
con Greta Bolognesi, Elisabeth Cevenini, Fabio Donatini, Luca Franchini, Alessandro Gambardella, Andrea Limone, Simone Mengoli, Gabriele Morandi, Valeria Pagani, Sara Pezzi, Matteo Posa
regia di Ida Strizzi
 
Romeo and Juliet.
Su “La lacrimevole storia di Romeo e la sua Giulietta”, sono state scritte milioni di parole. Forse uno dei drammi shakespeariani più conosciuti, è stata da noi usata nella sua versione più moderna— (la nostra fonte è l’incredibile film girato da Baz Luhrmann) - per poter analizzare personaggi che non avrebbero bisogno di nessuna presentazione. 
 
Ognuno degli allievi ha lavorato su un Romeo o una Giulietta in alcune delle scene più famose dell’opera stessa e, contemporaneamente, si è confrontato anche su un altro personaggio, non protagonista ma non meno importante.
Una trama ridotta per conferire ancor più dinamicità all’evolversi della storia; 
in ogni scena gli intrepidi allievi del martedì verde, regalano faccia e corpo ai personaggi del dramma.
 
E voi spettatori non abbiate paura che la confusione e il “terribile” testo classico prendano il sopravvento. Lasciate che siano le parole e l’energia di questa piccola ora a travolgervi mentre vi raccontiamo la storia di due ragazzi nati sotto una cattiva stella, il lui amore non può che finire in unico modo.
 

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202