Raccontando... Giorgio Bassani

Raccontando... Giorgio Bassani

 giovedì 21 ottobre – ore 21.15

scritto e condotto da Stefano Tassinari
voce narrante Roberto Latini
musiche eseguite dal vivo da Pasquale Morgante (pianoforte), Massimo De Stephanis (contrabbasso), Marco Zanardi (sassofoni)
immagini a cura di Luca Gavagna
con la partecipazione di Roberta Carlotto e Massimo Raffaeli

Posto unico: € 5,00

Giorgio Bassani (1916-2000) è stato, senza dubbio, uno dei maggiori scrittori italiani della seconda metà del secolo scorso, riuscendo a fornire una valenza universale a una serie di storie legate a un microcosmo, rappresentato dalla città di Ferrara e, in particolare, dalla componete ebraica della sua popolazione. Attraverso una produzione letteraria che spazia dai romanzi ai racconti, dai testi poetici ai saggi, fino alle sceneggiature cinematografiche, Giorgio Bassani ha saputo trasformare in letteratura d'impegno civile, la vita quotidiana al tempo del fascismo e i drammi della seconda guerra mondiale e della persecuzione degli ebrei, ma anche l'omofobia, le bassezze dei comportamenti di borghesi e piccolo-borghesi di provincia, il trasformismo degli italiani del primo dopoguerra, il senso di smarrimento individuale di chi non si sente più al passo con i tempi e così via. Un Bassani, insomma, capace di interpretare sentimenti molto diversi e, soprattutto, modelli esistenziali lontani dal proprio, anche se, per farlo, scelse di attingere quasi esclusivamente dal proprio vissuto e dai ricordi di un ambiente di cui fece parte per tutta la sua giovinezza. Per ricordarlo - a dieci anni dalla scomparsa - verrà proposto un percorso all'interno dei suoi romanzi più significativi (Gli occhiali d'oro, Il giardino dei Finzi-Contini e L'airone), di alcuni dei racconti di ambientazione ferrarese e dei testi lirici, questi ultimi considerati molto importanti da Bassani e non apprezzati allo stesso modo dai critici. Nel corso della serata si potranno vedere dei filmati con protagonista Bassani (intervistato da Enzo Biagi e Pietro Citati, ma anche intento a leggere brani dei suoi romanzi e a parlare del rapporto tra la sua città e l'ebraismo), nonché ascoltare i racconti di due ospiti d'eccezione. Si tratta del regista cinematografico Citto Maselli (amico personale, fin dai tardi anni Quaranta, di Bassani, con il quale scrisse il soggetto del film I vinti di Michelangelo Antonioni, di cui Bassani fu anche co-sceneggiatore) e Roberta Carlotto, ex direttrice di Radiorai Tre, amica e collaboratrice di Bassani fin dai tempi in cui lo scrittore dirigeva la Feltrinelli e, qualche anno dopo, venne nominato vicepresidente della Rai).

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202