Libra, parole per superare le distanze

Libra, parole per superare le distanze
Domenica 25 ottobre 2020 al Teatro Duse di Bologna, il Teatro dell’Argine partecipa a Libra, parole per superare le distanze, evento conclusivo dell’ultima edizione di Ad alta voce.

La serata è presentata da Luca Bottura e prevede letture di ospiti d’eccezioni quali Ascanio Celestini, Paolo Giordano, Isabella Ragonese e l’accompagnamento musicale dell’Orchestra Senzaspine.

Il Teatro dell’Argine propone la lettura scenica Il mondo sottosopra, con Clio Abbate e Giovanni Dispenza: due personaggi colorati; un campanello rosso; una lavagna; parole, tante parole, parole belle, parole sbagliate, musica e… Gianni Rodari. Ecco il mondo che vorremmo, un mondo reale, un mondo fantastico, un mondo così come lo vediamo e come lo vorremmo cambiare, un mondo “sottosopra” insomma. Un mondo ispirato alle parole del più grande maestro della letteratura per l’infanzia.

Ad alta voce, il festival culturale di incontri e dibattiti ideato da Coop Alleanza 3.0,  è diventato un appuntamento in luoghi simbolo, talvolta insoliti: spazi urbani che per un giorno diventano posti speciali in cui incontrarsi e confrontarsi con le voci e i pensieri degli autori contemporanei. In questo anno così particolare, segnato dall’emergenza Coronavirus, la manifestazione giunge alla sua ventesima edizione e desidera rispondere ai tanti interrogativi che sorgono dal dovere ripensare noi stessi e gli altri in un mondo nuovo, con la complessità del far convivere la ripresa dell’attività umana, sociale ed economica con la permanenza di un nemico invisibile ma sempre presente, e con le conseguenze che questo ha su abitudini, costumi ed equilibri sociali. Un mondo dove il distanziamento fisico rischia di diventare distanziamento sociale e moltiplicatore di disuguaglianze. In questa realtà così radicalmente mutata, ancora una volta la cultura è la chiave per interpretare e costruire il futuro: è veicolo di coesione sociale e ha un ruolo cardine nel processo di superamento delle distanze dettate dall’inedita gestione degli spazi condivisi; nel costruire relazioni con l’altro, che ora si trova a distanza di un metro da noi. Ad alta voce stessa ha ripensato i propri spazi e modalità di partecipazione, ma festeggia il suo ventesimo compleanno nel pieno del suo significato più profondo e della missione di Coop Alleanza 3.0: unire le piazze, abbattere i confini, favorire la crescita della società. E non ultimo, far cooperare, perché solo insieme possiamo praticare una nuova solidarietà, e immaginare come ripartire. Saranno coinvolte in un simbolico abbraccio virtuale le città che in questi anni hanno reso possibile l’iniziativa: Bologna, Cesena, Venezia – ma anche Modena, Palermo, Pesaro, Pordenone, Reggio Emilia e Taranto, dal nord al sud del Paese e del territorio in cui è presente la Cooperativa.
 
Per ultieriori informazioni su Libra, parole per superare le distanze clicca qui.
Per approfondimenti su Ad alta voce clicca
qui.

Teatro dell'Argine Società Cooperativa Sociale | Sede legale via dei Gelsi, 17 | 40068 San Lazzaro di Savena - BOLOGNA | P.I. 02522171202